Infissi anti-spiffero: come affrontare i primi freddi

Per avere un ambiente gradevolmente caldo anche d’inverno occorre avvalersi di infissi anti-spiffero.

Per quanto la bella stagione possa durare con l’avvento dell’autunno il freddo arriva inesorabile e a mano a mano che i giorni passano le temperature si abbassano, influenzando non solo l’ambiente esterno ma anche l’interno di abitazioni e aziende. Cosa fare dunque per correre ai ripari e prepararsi per tempo? La prima soluzione, oltre ovviamente ai sistemi di riscaldamento, riguarda gli infissi: occorre scegliere gli infissi anti-spiffero.

Infissi anti-spiffero
La prima soluzione per avere un ambiente caldo anche d’inverno? Avvalersi di infissi anti-spiffero.

Cosa sono gli infissi anti-spiffero?

Cosa si intende con questo termine? In gergo colloquiale riguarda tutti i serramenti che non permettono all’aria (agli spifferi, appunto) di penetrare all’interno, costituendo così una protezione primaria per l’ambiente, mantenendolo al riparo anche dal freddo più rigido. Non solo, questo tipo di sistema permetterà un notevole risparmio economico sulla bolletta, migliorando quindi il tenore di vita dei proprietari.

Scegliere un buon infisso non è importante solo a livello estetico e di durevolezza nel tempo, ma anche e soprattutto a livello funzionale, come in questo caso.
Per essere considerato a prova di spifferi un infisso deve avere:

  • Un’elevata permeabilità all’aria: un valore che definisce la quantità di aria che riesce a passare da un infisso quando è chiuso, stabilito dalla norma UNI EN 12207 secondo la quale esiste una scala da 0 a 4 di permeabilità. È quindi ovviamente consigliabile acquistare un prodotto di scala 4.
  • Un alto isolamento termico: ovvero un valore basso di trasmittanza termica (Uw), che indica una bassa dispersione del calore. Ad esempio, un infisso con triplo vetro sarà notevolmente più isolante rispetto ad uno con un vetro doppio.
  • Un montaggio impeccabile: la fase di montaggio è, come abbiamo già detto in precedenza, di fondamentale importanza. Se il lavoro è fatto bene infatti permetterà una lunghezza maggiore della vita dell’infisso e, in questo caso, una maggiore resistenza agli spifferi. Come? Dovrà esserci una chiusura ermetica tra anta e telaio che dovranno appunto coincidere.

Ecco dunque gli elementi che definiscono i perfetti infissi anti-spiffero: che siano essi infissi in alluminio, legno o PVC, questi accorgimenti faranno la differenza. Noi di Futura Infissi vi aspettiamo per darvi qualsiasi consiglio a riguardo!

Scrivi il tuo commento